DECADENCE

Caos centrodestra, tra veleni e purghe

Mentre Forza Italia medita provvedimenti disciplinari nei confronti di Vignale, colpevole di chiedere le primarie, una parte di Fratelli d'Italia prende le distanze dall'iniziativa: "Non troverà sponde da noi". Pichetto sferzante: "Il candidato sarà Napoli"

Centrodestra torinese sempre più nel caos. La ventilata designazione di Osvaldo Napoli quale candidato sindaco della coalizione infiamma gli animi, dentro e tra le forze politiche. In particolare, a scatenare le ultime tensioni è la petizione lanciata da Gian Luca Vignale per sottoporre a primarie la scelta dello sfidante di Piero Fassino. Una mossa che non è affatto piaciuta al vertice piemontese di Forza Italia che, a quanto sembra starebbe per assumere provvedimenti disciplinari: il coordinatore regionale Gilberto Pichetto sarebbe orientato addirittura a espellere il suo consigliere regionale, sia dal gruppo di Palazzo Lascaris e sia dal partito (di quel che ne rimane). Insomma, pugno duro, così come lo stesso ex vice di Cota usò nei confronti di Valter Zanetta e di Ettore Puglisi, primi seguaci del “dissidente” Raffaele Fitto.

 

Condanna preventiva e nessuna disponibilità ad accogliere l’eventuale espulso arriva da Fratelli d’Italia: meglio da una delle due fazioni del partito di Giorgia Meloni, quella che fa riferimento all’ex federale Agostino Ghiglia. In un comunicato il  commissario regionale Andrea Delmastro delle Vedove, riferendosi indirettamente all’iniziativa intrapresa da Vignale, annuncia che FdI «è assolutamente indisponibile a partecipare, a Torino come in ogni città d’Italia, a finte primarie che hanno il solo e malcelato scopo di consumare scontri fra bande e lotte fratricide all’interno dei singoli partiti». Una reazione che ha il retrogusto di rancori e vendette postumi tra ex, essendo Vignale un ex aennino e avendo proprio ieri presentato la (ri)nascita di Azione Nazionale, un’associazione che raggruppa i quarantenni dell’ex formazione di Gianfranco Fini, e che fanno riferimento all’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno. Inoltre, va sottolineato, che tra le prime adesioni ai banchetti promossi da Vignale c’è quella di Maurizio Marrone, capogruppo al Comune e in Regione proprio dei Fratelli d’Italia. «A Torino – afferma Delmastro - siamo pronti a celebrare primarie serie, non siamo disponibili a “finte primarie” e qualsiasi diversa posizione evidentemente è frutto di più o meno condivisibili scelte personali che non impegnano certo Fratelli di Italia». Infine, una promessa di lealtà verso il partito di Berlusconi: «I dissidenti di Forza Italia - conclude - non possono considerare di trovare sponda in Fratelli d’Italia che si pone l’obiettivo di riunire il centrodestra e non di frantumarlo».

 

Che Forza Italia sia in grande difficoltà lo testimonia la nota diffusa dal comitato regionale del partito volta a dare un’interpretazione tranquillizzante della situazione. “Nessun ripensamento o rivolta, la scelta spetta al presidente Berlusconi ed ai leader della coalizione che si sono orientati verso la figura di Osvaldo Napoli, una persona che da sempre rappresenta un simbolo positivo e di buon governo di Forza Italia nel nostro territorio”. In corso Vinzaglio, ancora per qualche settimana quartier generale azzurro (è in atto una procedura di sfratto), sono preoccupati piuttosto a contestare alcune ricostruzioni giornalistiche: “Siamo sconcertati – scrivono i maggiorenti locali - nel leggere alcune notizie che evidentemente si basano su indiscrezioni molto lontane dalla realtà”. La disponibilità di Berlusconi “ad incontrare i rappresentanti delle espressioni civiche che vogliono cambiare Torino - continua la nota - corrisponde al suo progetto, mai abbandonato, di unire tutte le forze moderate ed alternative alla sinistra che insieme possono vincere anche in una roccaforte come Torino: la Liguria insegna”. “Le azioni dei singoli - conclude la nota - sono da considerarsi tali e certamente una volta raggiunta l’ufficialità' del candidato, ci aspettiamo, come è sempre accaduto, che il gioco di squadra torni ad essere il principale protagonista di questa importante campagna elettorale”. Insomma, non fatevi troppe illusioni: vi beccherete Napoli e tutti si allineino.

print_icon

9 Commenti

  1. avatar-4
    04:09 Domenica 07 Febbraio 2016 siamodicentrodestra Balle solamente balle Napoli non si candiderà

    Berlusconi che cambia idea? "lui" dice che solo gli intelligenti lo fanno! Il problema in Forza Italia è che chi entra Papa a corso Vinzaglio stai certo che ne uscirà cardinale per non dire monsignore da Arcore e questo Osvaldo lo sa bene non è fesso! Piuttosto chi pensa anche solamente un secondo di prendere più voti di Grillo per sperare nel ballottaggio dimostra di essere un irresponsabile, quindi primarie per cosa? Il CDX non sara' mai un partito democratico smettetela con queste barzellette

  2. avatar-4
    00:02 Domenica 07 Febbraio 2016 moschettiere E basta!

    Ma che sciocchezza sta tiritera delle primarie! Qualcuno mi può portare 1 solo esempio di scelta ottimale operato da una maggioranza?

  3. avatar-4
    23:34 Sabato 06 Febbraio 2016 WIDS Caro Pichetto...

    ...Candidate pure Napoli...poi mi spieghi chi saranno i candidati in lista...! Pippo, Pluto e Paperino...

  4. avatar-4
    22:26 Sabato 06 Febbraio 2016 SPIFFERATORE Ghiglia chi??????????

    Ogni tanto si veglia il morto, dopo aver fatto una brutta fine si permette di augurare agli altri la sua stessa fine, continua a dormire nell'oltre tomba che la tua era e tramontata anzi e finita.

  5. avatar-4
    21:17 Sabato 06 Febbraio 2016 gattonero azz.....

    il camerata (o ex, non è chiaro) Vignale purgato da Pichetto Stalin...questa è da guinnes dei primati. Solo che Josif Vissarionovic Dzugashvili, aveva ben altri baffi...ahahahahahahah...

  6. avatar-4
    19:11 Sabato 06 Febbraio 2016 giocondor tanto FI non si presenta ;-)

    La coalizione sarà composta da Fdi, Lega, e lista "Napoli Sindaco"... Forza Italia non presenterà il simbolo perchè è sondaggiata al 5% che scende al 2% in ragione della candidatura di Rosso e della trasmigrazione nei Moderati di CL... La lista Napoli potrebbe persino non fare il seggio... Ma così nessun quotidiano potrà scrivere: "Torino Forza Italia crolla" e così Pichetto sarà coordinatore ancora per un po' :D

  7. avatar-4
    18:54 Sabato 06 Febbraio 2016 Lionello Re Se fosse vero ciò che diceva Napoli

    Ovvero che non era lui a voler esser candidato ma il partito a volerlo, e se fosse la persona degna di stima che finge da sempre di essere, per il bene e l'unità del partito si sarebbe già tirato indietro. Invece lui, sempre pronto a uscire su Tg e giornali, si ritrae e tace facendosi difendere suo penosi profili Facebook delle sue amiche. Che triste ultrasettantenne...sarà per questo che Berlusconi lo vorrebbe?

  8. avatar-4
    18:02 Sabato 06 Febbraio 2016 daniele galli Gil : che fai lo cacci ?????

    guarda che ha solo proposto una petizione atta a attivare maggiore partecipazione democratica alle scelte, non ha imposto le primarie a nessuno, chiedere è sempre lecito educato da parte del Cavaliere sarebbe rispondere, se poi il Cav. acconsentisse che fai? harakiri. Se proprio devi espellere qualcuno fallo con chi ( ? ) non ha programmato tempestivamente le scelte per le amministrative Torinesi e Novaresi

  9. avatar-4
    16:16 Sabato 06 Febbraio 2016 usque tandem Ghiglia?

    E chi è?

Inserisci un commento