VERSO IL VOTO

Anche i “fratelli” ripudiano Napoli

Il partito della Meloni si smarca dalla coalizione e a Torino conferma che non correrà a sostegno del candidato di Forza Italia. Delmastro: “Serve una cesura rispetto al passato”. Asse con la Lega. Domani incontro con Morano

Napoli addio. “Serve un centrodestra diverso e con la Lega Nord lo stiamo delineando per dare finalmente una alternativa al potere del centrosinistra a Torino: una alternativa che non può passare per la figura di Osvaldo Napoli”. Lo afferma il commissario piemontese di Fratelli d’Italia, Andrea Delmastro Delle Vedove. “Serve un centrodestra diverso e con la Lega lo stiamo delineando per dare finalmente una alternativa al centrosinistra a Torino. Presenteremo una lista che rappresenta questa ansia di rinnovamento”. Gli esponenti locali del partito di Giorgia Meloni – il consigliere regionale e comunale Maurizio Marrone, l’ex federale aennino Agostino Ghiglia e lo stesso Delmastro - incontreranno domani pomeriggio Alberto Morano, il candidato sindaco incoronato ieri da Matteo Salvini.

 

La situazione torinese, affermano da FdI - è stata al centro di una approfondita analisi, nella giornata di ieri, con la Meloni. La decisione di smarcarsi da Forza Italia anche sotto la Mole è stata presa, spiega Delmastro Delle Vedove, per archiviare “qualsivoglia forma di atteggiamento consociativo o da Patto del Nazareno” e “dare l’assalto alla cittadella del potere targata Pd, divenendo finalmente interlocutore privilegiato di coloro che rappresentano l'ossatura economica e occupazionale della città”. “Siamo certi - conclude l’esponente di Fratelli d’Italia - che questa sia la strada giusta per ricostruire il centrodestra torinese, unitamente a tanti uomini e donne anche di Forza Italia che non hanno nascosto dubbi e perplessità per una candidatura che certamente non riesce a incarnare compiutamente il nuovo corso, fortemente voluto da Giorgia Meloni e Matteo Salvini, ma prima di tutto invocato dai nostri elettori”.

print_icon

3 Commenti

  1. avatar-4
    14:48 Giovedì 17 Marzo 2016 Giulio Ghiglia

    e chi rappresenterebbe l'ansia di rinnovamento? la destra vigliacca e poltroniera, salottiera e consociativa dei Ghiglia? ci vuole una nuova destra, colta, aperta, giovane, nuova, che punti alla ragione, alla moderazione, al liberismo temperato, ad una programmazione che guardi al nuovo, all'interesse comune con attenzione ai più deboli, ... NON AI POVERI DI IDEE, DI PROGETTI, DI PENSIERI, DI ETICA.. insomma, non ai Ghiglia, che peraltro oggi sono anche poveri in termini di reddito da lavoro.

  2. avatar-4
    14:20 Giovedì 17 Marzo 2016 Wlalega2015 % ???

    Fratelli e cugini se non vi aggrappate da qualche parte non fate neanche il 2% siete delle sanguisughe l'unico valore aggiunto in loco e Marrone ( speriamo che entri a breve in lega ) così abbiamo qualcuno che usa il cervello, fino a che non trovano la scusa X buttarlo fuori

  3. avatar-4
    14:08 Giovedì 17 Marzo 2016 Hiroshi Shiba Impressionante

    E' impressionante la reazione come un sol uomo di deputati e senatori piemontesi di FI a difesa del loro candidato di bandiera Napoli. Dall'alto dei loro meritatissimi e solidissimi scranni stanno tuonando contro Salvini come se non ci fosse un domani! Complimenti!!

Inserisci un commento