VERSO IL VOTO

Novara, Sozzani chiude Forza Italia

I vertici piemontesi stoppano il ras di Novara e le sue trame contro il leghista Canelli per riaprire un dialogo su Torino. Lui non la prende bene e comunica ai suoi che a fine mese tira giù la serranda della sede (e briga per creare una lista alternativa)

A Novara il tentativo di ricomporre la frattura interna al centrodestra provoca un terremoto in Forza Italia. Diego Sozzani, capataz novarese dei berlusconiani, non solo fa orecchie di mercante agli inviti ad allinearsi alle direttive del partito - che, su sollecitazione del coordinatore regionale Gilberto Pichetto, gli impongono di convergere sul candidato sindaco della Lega Alessandro Canelli -, ma scatena una vera e propria rappresaglia: chiude baracca e burattini (la sede locale del partito) e minaccia di dar vita  a una lista "civica" concorrente. Insomma, fa peggio dei bambini dell'oratorio, il pallone lui lo buca.

 

Sozzani ha comunicato le sue intenzioni in una chat privata su WhatsApp: "Per ragioni di finanziamento regionale e nazionale non mi è più possibile mantenere la sede”, annunciando lo sgombero dei locali di via Monte San Michele entro la fine del mese. Che le casse del partito di Silvio Berlusconi siano vuote è cosa nota – per quanto possa apparire paradossale – ma certo la tempistica con cui Sozzani ha comunicato la chiusura della sede non è passata inosservata. Una ripicca? L’estremo tentativo per rivendicare autonomia rispetto alle scelte nazionali e regionali? Chissà.

 

Di certo il numero azzurro, che fino a pochi giorni fa ha brigato per isolare il candidato del Carroccio, giocando di sponda ora con i civici di Io Novara (di Daniele Andretta) ora con i fratelli d'Italia di Gaetano Nastri, pare piuttosto isolato, ma chi ci ha parlato lo descrive pronto a tutto. Per intanto ha fatto saltare la riunione del direttivo del partito in programma questa sera. Tanto peggio tanto meglio e allora potrebbero trovare riscontri anche voci secondo cui si starebbe organizzando per allestire una lista alternativa a Forza Italia, per ostacolare l'ascesa del nemico Canelli. Vero? Certamente verosimile.

 

 

print_icon

3 Commenti

  1. avatar-4
    12:04 Mercoledì 23 Marzo 2016 Turcia autostoppista nato

    Patrizio ha ragione. Magari salta su con Verdini, mago del taxi che forse potrà offrire un posto al prode Sozzani. Uno che in vita sua è passato con disinvoltura da sinistra a destra, bastava dargli una sedia remunerata. Ma in quanto a voti, non ne ha mai avuti: figuriamoci ora, dopo tutti i voltafaccia con il mondo intero.

  2. avatar-4
    15:39 Martedì 22 Marzo 2016 patrizio e lui chiude FI

    si tanto a Sozzani buon ultimo arrivato che gliene importa di FI, chissa perchè Nastri (ex di FI) e in ultimo Pichetto lo hanno cosi abbondantemente premiato, prima con l' assessorato all' urbanistica poi con la presidenza del CIM poi con la presidenza della provincia e in fine con una candidatura alle regionali indecorosamente autorizzata due mesi prima degli altri, tutti posti pagati molto bene si intende , e adesso lui che fa chiude anche l' ultima bruttissima sede, non è che ce lo troviamo con quelli di ALA- Verdini.

  3. avatar-4
    09:00 Martedì 22 Marzo 2016 daniele galli che tristezza .....

    sembra facile ......per fare una propria lista bisogna uscire allo scoperto e nel caso senza più la seppur modesta copertura di FI, certo potrebbe costituirla con Nastri e con tutti quelli a cui ha promeso la candidatura , ma alla fine ciò che varranno sarà sancito dai votanti e non credo gli convenga. PS non credo comunque che FI a dispetto di Sozzani lascerà Novara senza una propria lista il fatto ne sancirebbe la morte politica.

Inserisci un commento