COMUNE DI TORINO

Pdl, ribaltone in Sala Rossa

Destituito Tronzano dal ruolo di capogruppo che passa all'ex An Marrone. Decisiva l'uscita di D'Amico, confluito nel Misto. Finora una conduzione troppo morbida. "Occorre affermare una posizione alternativa alla maggioranza"

Defenestrato. Andrea Tronzano è stato destituito dagli altri berluscones del Comune di Torino. Non sarà più lui a guidare il Pdl in Sala Rossa, in seguito al colpo di stato orchestrato dagli ex An del deputato Agostino Ghiglia, Maurizio Marrone e Paola Ambrogio, assieme ai bonsignoriani Paolo Greco Lucchina ed Enzo Liardo, che hanno scelto proprio Marrone come nuovo presidente della formazione azzurra. Un rapporto da sempre teso quello tra Tronzano e una parte consistente del proprio gruppo, soprattutto per la condotta se non consociativa certamente morbida nei confronti dell’attuale maggioranza di Palazzo Civico.

 

«Sui temi nodali per la vita della città, finora il gruppo non ha mai saputo rappresentare una posizione politica alternativa a quella della maggioranza e spesso ha votato in ordine sparso» afferma Marrone allo Spiffero. Emblematico il caso legato al voto per l’adozione della delibera sulla Continassa: proprio mentre la maggioranza si spaccava con elementi del Pd e dell’Idv che si schieravano contro il provvedimento, il Pdl è riuscito a esprimere tre differenti posizioni con Tronzano, Ambrogio e Liardo che votano "sì", Angelo D'Amico e Greco Lucchina contro e Marrone e Silvio Magliano che scelgono per l'astensione. Decisiva in termini numerici l’uscita dal gruppo di D’Amico, ex An legato alla corrente del sindaco di Roma Gianni Alemanno, che andandosene e aderendo a Progett'Azione ha fatto mancare il suo sostegno a Tronzano, che ora è come un’anima in pena in un partito nel quale si è già politicamente schierato nel tempo con Osvaldo Napoli, Enzo Ghigo, Angelo Burzi, Claudia Porchietto, fino a diventare fan di Guido Crosetto in vista delle prossime primarie. 

print_icon

1 Commenti

  1. avatar-4
    22:35 Lunedì 19 Novembre 2012 vivarelli Ebbè

    un incompetente in meno... torni a parlare di calcio, pure lì a sproposito

Inserisci un commento